La fine della pazzia

VERSO LA LIBERTA'!C’era un sufi di nome Hjira. Un angelo gli apparve in sogno e gli disse che avrebbe dovuto conservare più acqua del pozzo che poteva, perché la mattina successiva tutta l’acqua del mondo sarebbe stata avvelenata e chiunque l’avrebbe bevuta sarebbe impazzito. Per tutta la notte il fachiro mise da parte più acqua che poteva e in verità il fenomeno si verificò. La mattina successiva tutti impazzirono. Nessuno, però, sapeva che la città era impazzita. Solo il fachiro non era pazzo, ma l’intera città ne parlava come se fosse pazzo. Egli sapeva che cosa era accaduto, ma nessuno gli credeva, perciò continuò a bere la sua acqua e rimase solo. Tuttavia, non poteva continuare così. L’intera città viveva in modo completamente diverso. Nessuno lo ascoltava e alla fine volevano catturarlo e incarcerarlo, perché dicevano che era pazzo. Una mattina vennero a prenderlo. Qualunque cosa dicesse, non veniva compreso: parlava un linguaggio diverso. Il fachiro tentò di aiutare gli altri a ricordare chi ‘erano’, ma essi avevano dimenticato ogni cosa. Non sapevano nulla di ciò che era esistito prima della mattina in cui erano impazziti. Così, circondarono la casa e lo catturarono. Allora il fachiro disse: «Concedetemi solo un altro minuto e guarirò». Corse al pozzo, bevve l’acqua e divenne ‘normale’. L’intera città si rallegrò, il fachiro non era pazzo! In realtà adesso era veramente impazzito, ma faceva parte del mondo comune. Se tutti dormono, nessuno si accorgerà di essere addormentato; se tutti sono pazzi – e si è ugualmente pazzi – nessuno ne sarà mai cosciente. (Storie nomadi)

SUN 4

Immagina che qualcuno ti desse la possibilità di liberarti da tutte le tue illusioni, da tutti i tuoi attaccamenti, da tutti i tuoi condizionamenti, da tutti i tuoi limiti… Come ti sentiresti? Come creeresti la tua vita? Che cosa faresti di te stesso? Che cosa saresti in grado di diventare?

Ti appare un angelo che ti dice: “Puoi avere tutto ciò che vuoi.” Che cosa chiederesti? E perché?

SUN 4


     CHIAVE DI VIOLINO 3Sound the Bugle,
music by Hans Zimmer, song by Bryan Adams


La Liberazione, nella sua essenza, passa sostanzialmente attraverso queste fasi:

  • Consapevolezza della tua realtà attuale, passata e dei tuoi potenziali futuri.
  • Consapevolezza che dentro di te esistono due parti apparentemente opposte: il lato luminoso e quello oscuro. Il primo genera Felicità e Libertà, il secondo infelicità e schiavitù. L’illuminazione consiste in questo: illuminare il lato oscuro e renderlo luminoso, in modo tale che la realtà luminosa spazzi via ogni oscura illusione.
  • Consapevolezza che sei TU l’unico responsabile della tua vita – nel bene e nel male – sia per ciò che accade dentro di te, sia per ciò che accade fuori. Questo ti libera dal destino genetico e dal ciclo del karma.
  • Consapevolezza che il sistema di vita in cui siamo inseriti (politico, sociale, educativo, militare, medianico, religioso e tutto il resto del letame…) – e che noi stessi abbiamo creato a causa della nostra ignoranza – è prettamente progettato per rendere le persone schiave e sottomesse a una falsa realtà. Obiettivo: renderle facilmente controllabili e prive di potere. Lo scopo del sistema è quello di manipolare la mente e le emozioni delle persone attraverso un abile e nascosto lavaggio del cervello, individuale e di massa, per indurre gli esseri umani (o meglio, la loro energia) ad asservire interessi per loro svantaggiosi (ma vantaggiosi per il sistema!). Il suo obiettivo è quindi impedire, attraverso raffinate e occulte manipolazioni, il risveglio alla Libertà Individuale delle persone.
  • Ammissione dell’esistenza di queste realtà, senza giudicarle.
  • Liberazione, purificazione e disfacimento totale del passato.
  • Perdono (lasciare andare)
  • Non-condanna.
  • Disidentificazione dal proprio falso sé.
  • Inizio della comprensione della possibilità di creare una nuova realtà.
  • Desiderio di Conoscenza, di Saggezza, di Crescita!
  • Comprensione delle vere conoscenze spirituali e scientifiche che permettono la conoscenza e la padronanza di realtà prima assolutamente impensabili.
  • Conoscenza della vera scienza e della vera fisica. È la scienza degli Dei.
  • Comprendere che il Potere di cambiare la tua vita è dentro di te, non fuori.
  • Capire che niente e nessuno può renderti felice, poiché la Felicità, come l’Amore e la Libertà, non è la conseguenza di qualcosa (o di qualcuno/a…), ma la tua naturale Essenza dell’Essere. L’Amore, la Felicità e la Libertà sono dentro di te, non fuori!
  • Diventare consapevoli che la Sorgente Divina Onnipotente è in te, non là fuori, da qualche parte, chissà dove (magari nei dogmi di qualche religione…!).
  • Rendersi conto che è grazie questo Potere che possiamo compiere miracoli e rendere manifesto lo straordinario.
  • Comprendere che le persone che hanno realizzato Sé stesse, i propri sogni e i propri desideri, non sono dei superman, persone superiori a te, o fortunate: hanno semplicemente utilizzato una conoscenza che alla maggior parte delle persone è sconosciuta. Niente di più.
  • Capire che tu non sei la tua personalità, il tuo corpo, i tuoi pensieri e le tue emozioni, ma qualcosa di radicalmente diverso!
  • Imparare a vivere al di là dell’influenza dell’ambiente, dello spazio e del tempo. Imparare a vivere al di là di persone, luoghi, tempi ed eventi.
  • Riconoscere che il modo in cui utilizzi la tua mente adesso è, proprio così, folle! Come si può realizzare Sé stessi utilizzando – più o meno… – l’1,5% della propria mente? A che serve il restante 98,5%? Ad abbellire il cervello?
  • Iniziare a usare la propria mente in modo Divino.
  • Comprendere che cosa sono le emozioni, i pensieri, la mente, l’Anima, lo Spirito e qual è la loro funzione.
  • Capire la “coppia” mente-materia e l’influenza che mente e sentimenti hanno sulla creazione della realtà.
  • Capire la differenza tra pensare, fare ed essere – e la loro interazione.
  • Capire che cosa crea la Realtà e come lo fa.
  • Capire che cos’è veramente il cervello e qual è la sua vera funzione.
  • Comprendere la verità che noi non siamo esseri umani prodotti da una chimica sessuale, bensì Esseri Divini auto-creati che stanno vivendo un’esperienza umana.
  • Capire che è possibile cambiare la propria Vita e realizzare Sé stessi solo guarendo la propria Anima e la propria mente, grazie al Perdono, all’Elevazione dei propri pensieri e alla trasmutazione dei propri sentimenti. La tua vita non cambierà mai, se prima non cambi tu. Sappilo. Desiderare che la tua vita migliori, mentre tu continui ad essere lo stesso di sempre, è pazzia. Vuoi dunque cambiare il mondo? Che ne dici di cominciare da te stesso?
  • Sistemare tutto ciò che sai devi sistemare! Che cosa significa? Significa concludere tutto ciò che hai in sospeso, aggiustare tutto ciò che hai rotto, lasciare andare tutto ciò a cui tieni aggrappato. Hai rubato? Restituisci ciò che hai preso. Hai mentito? Illumina con la Verità quella menzogna. Hai ingannato? Disfa quell’inganno restituendo la Verità a chi l’hai fatto. Hai subito queste cose? Disfa quelle energie da Te stesso e riconosci in chi le ha compiute un fratello pazzo, ma inconsapevole. È troppo ardito?
  • Imparare ad amare TE stesso, prima di tutti gli altri.
  • Capire che è impossibile amare gli altri – così come la Vita – se prima non ami te stesso!
  • Varie ed eventuali…!

E ora, vamos!

 

I POLLI PREFERISCONO LE GABBIE

L’umanità è immersa in una sorta di “grande illusione”, da essa stessa creata, che altro non è che il sistema di convinzioni su cui basa la propria esistenza. In parole povere, è l’illusione attraverso la quale truffa la realtà, scambia ciò che è falso per ciò che è vero e ciò che è vero per ciò che è falso. È l’indottrinamento mentale, il condizionamento, la programmazione che il sistema prevede per lei. E lei lo accetta come una pecorella impaurita.

Una volta creata la grande illusione, tutta la percezione reale della vita diventa distorta, falsata, deviata, e tu la vivi a partire da quelle distorsioni. E così ti ritrovi in quel limbo nebbioso all’interno del quale tu consumi la tua misera esistenza, tra un’illusione e l’altra. Le tue convinzioni (pensieri condizionati) con cui ti inganni continuamente, creano quel mondo di disagio, violenza e sofferenza che i media ti proiettano ogni giorno sul tuo schermo e che tu, puntualmente, lo scambia per “inevitabile realtà”. Tu vedi reale ciò che non esiste. Sei un mago provetto!

Il sistema di vita in cui sei inserito (dalla famiglia al lavoro, dall’istruzione alla politica, dalla religione al sistema economico, dalle guerre alla fame nel mondo, dalla scienza alla medicina, ecc.), è strutturato per controllare il genere umano e l’intero pianeta con l’obiettivo di mantenerlo in un continuo stato di paura che ne garantisca la dipendenza. Motivo? Potere, dominio, controllo e profitto. Paura significa sottomissione, infelicità e non-libertà, gli ingredienti perfetti per essere asserviti. Ma come avviene questo controllo? Attraverso un lavaggio del cervello individuale e di massa. Uno alla volta, il singolo individuo viene pilotato, condizionato e programmato a quello che è il sistema di vita convenzionale, alle sue regole e ai suoi doveri, e venduto come “l’unico possibile”, in modo da creare un “senso di inesistenza” di possibili alternative alla vita e ridurre così l’esistenza al famoso concetto: “La vita è così, funziona così e non può essere che così”.

La sottomissione degli uomini si pone in atto attraverso il controllo delle menti e delle emozioni. Dirottandole a credere in ciò che, in condizioni normali, mai potrebbero fare, ci si assicura il controllo e la dipendenza. Il genere umano e il pianeta stanno vivendo in uno stato di ipnosi profonda, di assopimento globale, di sonnambulismo collettivo da migliaia di anni. Il fatto che gran parte della popolazione sia depressa, stressata, infelice, insoddisfatta e viva una vita monotona, ripetitiva, vuota, priva di originalità e spontaneità, ne è la prova. Se poi ci mettiamo pure la fame nel mondo, le epidemie, le carestie, la povertà, le guerre, le malattie, le violenze e tutto il resto…, beh, allora non ci sono più dubbi! Tutto questo non ha niente a che vedere con la Natura della Vita! Che cosa sta succedendo, allora? Una cosa è certa: non siamo liberi! Siamo lontani anni luce dalla nostra Vera Essenza. Siamo in uno stato di pietosa sottomissione e ci piace.

La mentalità di paura e controllo che c’era cento, duecento, cinquecento, mille, tremila, centomila anni fa, è la stessa di oggi, solo che oggi si manifesta in modi diversi, più raffinati e nascosti, propriamente adattati all’epoca in cui ci troviamo. In questo modo, cambiando cioè le carte in tavola ma pescandole dallo stesso mazzo, la gente s’illude stupidamente che effettivi cambiamenti si stanno verificando, quando in realtà tutto puzza di marcio come prima.

Lo stato in cui ci troviamo adesso, in cui viviamo ora, è uno stato di non-libertà, di sottomissione e di paura. La realtà ce lo dimostra chiaramente. È davanti ai nostri occhi. Ma come e dove nasce questa non-libertà collettiva? Dal singolo individuo. Da me e da te. Come? Attraverso un lavaggio di cervello molto raffinato, molto nascosto, spesso impercettibile e difficile da identificare. Il principio, detta fra noi, funziona così. Chi è già programmato, frutto di una programmazione a sua volta subita precedentemente, programmerà chi verrà dopo con gli stessi virus e batteri infetti con i quali è stato programmato lui, e via così. Questi virus (condizionamenti, illusioni, false verità…) sono sempre gli stessi di centomila anni fa, ci sembrano solo diversi perché, per loro natura intrinseca, si adattano perfettamente ai tempi attuali. Lo stato di paura e di terrore che minacciava le persone allora (per esempio, al tempo delle inquisizioni), è lo stesso che le minaccia oggi (quando sentiamo parlare di terrorismo o attentati kamikaze). È anche lo stesso di quando andiamo dal medico che ci dice che lì, proprio lì, c’è forse un “nodulino” sospetto. È la stessa paura, solo con nomi e maschere diverse. Sono diversi fili della stessa tela. Non è cambiato niente: nome e indirizzo sono diversi, ma l’inquilino è lo stesso.

Ora rifletti: pensi che il nazismo sia finito? Pensi che il razzismo sia cosa superata? Pensi che la tua civiltà sia sveglia? Pensi davvero che il sistema ti tuteli? Pensi veramente che la gente ti aiuti? Pensi sul serio che questa sia libertà? A posto stai! Pensi veramente di essere libero? Che cos’è la Felicità? Che cos’è l’Amore? Quello che ti hanno e ti sei insegnato? Esiste un modo migliore di vivere? È possibile cambiare la tua vita? È possibile cambiare e trasformare te stesso/a in qualcosa che non sei mai stato prima? È possibile uscire per sempre dalla limitazione e porre definitivamente fine al dramma umano?

 

                                                          Il lavaggio del cervello

Un lavaggio del cervello altro non è che un insieme di credenze, ideologie, pensieri e abitudini assimilati per introspezione dall’esterno e che quindi non fanno parte di noi. E noi siamo il prodotto di tutto questo. Reagiamo a ciò che non è nostro, ma di qualcun altro. Potremmo considerarla come una sorta di ipnosi. E, di fatto, è così! Se si trasmette una suggestione ipnotica senza che una persona se ne renda conto, ovvero si punta direttamente al suo subconscio, escludendo così dal gioco la Coscienza, si elimina la più importante ed efficace barriera alla sua realizzazione: quella dell’accettazione.

Per esempio, se da piccoli ci avessero insegnato che prendere a schiaffoni la gente che ci stava sulle palle era cosa buona, molto probabilmente noi oggi lo faremmo senza alcun problema, poiché la reputeremmo una cosa giusta e del tutto normale. Era già lì prima di noi. Che colpa ne abbiamo? A parte qualcuno, molto probabilmente non ci fermeremmo neppure a pensare se ciò che stiamo facendo, invero, risponde ad un nostro impulso naturale, oppure è solo uno stimolo esterno. È il principio di quello che possiamo chiamare “ponte psichico”: nel momento in cui riesci a far credere proprio un tuo bisogno, ovvero riesci a far sì che chi lo subisce lo scambi per suo e non tuo, hai posto in atto proprio questo meccanismo (la pubblicità votata al consumismo ne è un esempio). Il risultato di tutto questo è un dominio memotivo (mentale ed emotivo!). E forse, per quanto ti possa sembrare strano, assurdo e incredibile, è proprio la situazione in cui ti trovi tu, lì dove sei, in questo momento!

 

Coscienza sopita e controllo mentale

Il metodo più semplice per aggiudicarsi un arma silenziosa e conquistare il controllo del pubblico è, da una parte, quello di tenerlo all’oscuro di ciò che si vuole fare e, dall’altra, mantenerlo in uno stato di confusione e incomprensione, sviando la sua attenzione con questioni stupide e irrilevanti. Questo si ottiene così:

  1. Disattivando la mente e la Coscienza delle persone; sabotando le loro attività mentali, emotive e sopprimendo la creatività.
  2. Attivando le loro emozioni, aumentando l’odio verso sé stessi e la tentazione ad attività emotive e fisiche nei seguenti modi:
  • sottoponendoli a continui affronti ed attacchi (violenze mentali ed emotive) attraverso una serie ininterrotta di immagini di violenza, disgrazie, devastazioni, disperazione, paura, guerre, sesso fobico, ecc., che vengono proposte dai media – specialmente la TV (telegiornali, dibattiti, trasmissioni demenziali…), la radio, i quotidiani, le riviste idiote, ma anche i videogames, internet (nel suo lato oscuro!) e tutto il resto della feccia;
  • stimolando bisogni, consumismo e dipendenze di ogni genere (mentali, emotive e fisiche), in modo tale che non si sveglino e riconoscano la Verità. Quale verità? Che sono schiavi;
  • dando loro ciò che desiderano – in eccesso – ossia “cibo spazzatura per la mente” e privandoli di ciò che veramente gli servirebbe (Conoscenza di Sé);
  • manipolando la Verità e sottoponendo la gente a continue deviazioni, riuscendo così a dirottare la loro Coscienza da ciò che realmente conta a priorità esterne del tutto insignificanti, ideate in modo perversamente geniale e abilmente occulto.

In questo modo le persone non riusciranno mai a scoprire le armi segrete della tecnologia del condizionamento sociale. Il punto – piuttosto intuitivo! – è che si ricava controllo e profitto dalla confusione; più grande è la confusione, maggiore è il controllo e più grande è il profitto. Ma questo la maggior parte delle persone non lo capisce…

Alias:

Famiglia: educare i bambini a quello che è il sistema di vita convenzionale, con le sue regole, le sue norme e i suoi doveri;
Media: sviare l’attenzione della gente dalla Verità, ammaliandola con questioni idiote e venderle così pirlate per verità;
Scuole: mantenere i ragazzi nell’ignoranza e nella stupidità (ma nella convinzione di sapere e di essere saggi);
Intrattenimento: distrarre continuamente le persone con un mucchio di stronzate per impedirle di svegliarsi;
Lavoro: mantenere la gente occupata, occupata, occupata, senza tempo per pensare; farla tornare (o rimanere) nel recinto, insieme agli altri animali;
Società: condizionare la visione delle persone a una realtà limitata dalla quale è impossibile sfuggire, facendo loro credere che le cose sono così e non si possono cambiare (se non in minima parte…) e che chi pone in dubbio questo è pericoloso e va evitato. A tutto ciò concorre l’intero sistema sociale: politico, religioso, economico, governativo, istituzionale, educativo, medico, scientifico, scolastico, assistenziale, culturale, civile, militare…, così come gli appariscenti – ma vuoti - mondi dello spettacolo, della moda, dello sport e tutto il resto della brodaglia.


MANUALE DELL’ANTIMAESTRO
               10 tecniche per ingannare un pollo!

  1. Convinci le persone che loro non sono dei Maestri;
  2. Insegna loro le glorie dell’essere vittime e fai in modo che la stupidità e la falsa conoscenza siano per loro il simbolo di una vita “figa”;
  3. Crea sistemi di credenze e ideologie in cui assopire le loro coscienze (religioni, credi, filosofie, correnti di pensiero e pirlate varie…);
  4. Rendi la Vera Conoscenza terrificante e inaccessibile;
  5. Rendi i Maestri creature da brivido e il fatto di essere un Maestro pericoloso;
  6. Rendi le persone ignoranti, idolatre, superstiziose e credule;
  7. Spingi le persone a credere che le loro potenzialità sono limitate e che la vita “è tutta qui”;
  8. Spingi le persone a mentire, a ingannare e a tradire;
  9. Rinfocola l’illusione che il loro destino è predeterminato da fattori esterni su cui loro non possono far nulla (vedi genetica, karma, vite passate…): il morbo de “la vita è così e così resta”. In altre parole, rendi le persone impotenti, docili e sottomesse;
  10. E non guardarti mai dentro!


Antidoto

  1. Renditi conto che tu sei già un Maestro!
  2. Riconosci che sei TU il responsabile della tua Vita e che non è certo dall’idiozia che evolverai te stesso!
  3. Avendo imparato dall’obbedienza e dai libri che solo l’autorità e le istituzioni sanno cos’è bene o non bene fare, hai ceduto la tua mente a loro. Non vendere la tua Anima a chi un Anima non ha. Non cedere il tuo Potere fuori di te, poiché Esso giace solo dentro di te. Ed è li che deve stare, se vuoi essere davvero libero e felice!
  4. La Vera Conoscenza rende Liberi; l’ignoranza e la falsa conoscenza rendono schiavi: perciò desidera conoscere ciò che ti è sconosciuto! La Conoscenza della Verità dissolve ogni illusione, per cui, per impedire che qualcuno vada a curiosare, la soluzione ideale è renderla maligna e pericolosa: in questo modo nelle persone nasce la paura di ciò che potranno scoprire e poiché la paura blocca, la Conoscenza che potrebbe liberarle le rimane preclusa.
    Soluzione: sii Saggio; ricerca, scruta, scava, spulcia, informati… La realtà non è affatto quella che credi!
  5. I polli ammirano le Aquile, proprio come le pecore i Leoni. Le Aquile e i Leoni hanno una grande Potenza, una grande Forza, un grande Cuore. Se vuoi che i polli del tuo cortile non si sveglino, devi fare in modo di eliminare dalla loro vista queste maestose Entità.
    Soluzione: se vuoi diventare un’Aquila, devi plasmarti a essa. Se vuoi diventare un Leone, devi sentirti come un Leone. Se vuoi diventare Dio, devi iniziare a vivere come Dio.
  6. Chiudendo le loro coscienze, la gente diventa incapace di formarsi un opinione propria, di pensare con la propria testa e di vivere in base ai propri criteri. A questo punto, smarrite, le pecorelle cercano e idolatrano proprio quel pastore che, con tanto amore e compassione, le ha rinchiuse nell’ovile!
    Soluzione: impara a pensare con la tua testa e a camminare con le tue gambe! Che sia venuta l’ora di togliersi le stampelle?
  7. Quando hai convinto le persone che più di lì non possono andare, è fatta. Le hai in pugno. Ora sono come argilla nelle tue mani. Di loro puoi fare ciò che vuoi. E perché ci riesci? Perché loro stesse – dormendo – non solo te lo concedono, ma te lo chiedono pure! Non gli verrà mai in mente di guardare oltre la gabbia, perché, come tu stesso gli hai detto, pensano che non ci sia nulla. La gabbia è tutta la loro realtà.
    Soluzione: e se oltre quella gabbia ci fosse il Paradiso?
  8. Più le persone sono smarrite, più tenderanno a mentire per costruirsi una personalità fittizia che le sostenga nella precarietà della loro vita. La menzogna (come il tradimento e l’inganno) frammenta l’integrità interiore, indebolendo l’individuo fino a devastarlo. Più persone così ci sono, più confusione si crea e più controllo si ottiene. La persona smarrita non può far altro che mentirsi (così come ingannare, manipolare, essere sleale…), poiché è l’unica àncora di salvezza che le è rimasta per sopravvivere.
    Soluzione: chiediti questo: Che cosa succederebbe se manifestassi la Verità? Che cosa verrebbe a galla, di te stesso se smettessi, di mentirti (e di mentire!) e di autoingannarti? Quale apocalisse accadrebbe mai se iniziassi ad essere Integro e Virtuoso?
  9. La conseguenza della repressione e dell’indottrinamento, conducono l’uomo a chiudersi in sé stesso e a fargli credere che il mondo sia un posto orribile in cui vivere. Il problema non è la guerra, ma la paura che la genera. È la paura l’origine di tutti i mali, dal più piccolo e insignificante malinteso alla guerra più sanguinosa: dietro c’è sempre la paura. E quando c’è paura, c’è sottomissione, impotenza e incapacità d’agire.
    Soluzione: la paura non esiste! È un’illusione della tua mente. È un’emozione generata da un pensiero perverso, niente di più. Risvegliandoti alla Verità, la paura si trasforma in Amore. Che cosa succederebbe se l’illusione della paura finisse? Come vivresti la tua vita? Quali sarebbero i tuoi pensieri? Come ti sentiresti? Come sarebbero i tuoi rapporti con gli altri? Che cosa vedresti in te stesso?
  10. Il punto più importante. Se le persone non si guardano mai dentro, non vedranno mai le loro illusioni. Non scopriranno mai la Verità. Non si chiederanno mai il perché delle cose. Non porranno mai in dubbio il sistema. Non si sveglieranno mai. Passeranno da un rimedio all’altro, da una relazione all’altra, da un lavoro all’altro, senza risolvere nulla. Avranno fatto tutto, ma non avranno ottenuto nulla. Invero, se dovessi nascondere un tesoro, dove lo metteresti? Che ne diresti del Cuore delle persone? Perché quello, proprio così, è l’unico posto dove mai andranno a cercarlo!
    Soluzione: smettila di cercare fuori ciò che hai sempre avuto dentro. Guarda: il Regno è dentro di Te!


Il Potere è fuori di me…

Questa è la più grande menzogna che sia mai stata raccontata all’umanità. Ma, se vuoi controllare le perone, è anche vero che questa menzogna è fondamentale.

Se io ti voglio controllare, il modo migliore per farlo è indurti a credere che il Potere non è in te, ma fuori di te, meglio ancora se ce l’ho io. Nel momento in cui il Potere Interiore viene mistificato, mentre viene rinfocolato un potere esterno che controlla e giudica la tua vita, tu cedi il tuo potere – quindi la tua mente – a chi questo potere ha inventato (vedi religione, politica, società, ecc…).

Ma tu sappi: non esiste alcun potere esterno, alcun autorità sovrana che ha alcun potere reale: tutto ciò è un’invenzione per controllare e manipolare le persone, nient’altro. Quel potere glielo dai tu, non ce l’ha lei. Perché se veramente esistesse un potere esterno a te, tu non potresti esistere, poiché il Potere solo dall’Interno può conferirti la Vita, animare il tuo corpo e far danzare il tuo Spirito. Là fuori non c’è nulla. Sei tu il Sovrano di Te stesso!

 

Il Potere è dentro di me!

Semplicemente la Verità! Io sono l’unico Artefice e Responsabile della mia vita. Ciò che mi da la vita è una Forza Infinita che mai potrò descrivere, poiché è invisibile e trascende la materia. È la Coscienza Infinita, la Sorgente Universale, La Potenza Divina – Dio. In altre parole, Io Sono Dio. Dio è in me, dentro di me – non fuori. Il Potere Supremo, la Fonte Universale della Vita è dentro di me e, attraverso di lei, posso compiere miracoli. E così tu. E così chiunque.

Finché darai ascolto alla tua umanità (che è l’aspetto limitato di te stesso, cioè i condizionamenti, la società, le illusioni che vivono in te attraverso la tua personalità), non potrai mai armonizzarti con il tuo Sé Divino. Perciò, per fare questo, visto che hai dimenticato la tua Divinità, dovrai darti un po’ da fare per ritornare a comunicare con Lei, in modo tale da ritrovare il vero Te stesso. Questo, nella sua essenza, è il sentiero della de-programmazione, di dis-indottrinamento, di de-pianificazione, di dis-educazione. In altre parole, devo disimparare tutte le pirlate che ti sei e ti hanno insegnato!

Il Divino è dentro di Te, il Potere è in Te, la Forza è in Te, perciò il destino della tua vita non è predeterminato geneticamente, né dall’ambiente in cui vivi: il tuo destino, in tutto e per tutto, è determinato solo dal tuo libero arbitrio. Sappilo definitivamente.

 

DIO/DEA, COSCIENZA INFINITA, SPIRITO, SORGENTE ONNIPOTENTE, FORZA DIVINA, POTERE INTERIORE, POTENZA ONNISCIENTE, FONTE ORIGINARIA, AMORE PURO, FELICITÀ E LIBERTÀ INFINITI.

 

Sei Dio, creatore del tuo stesso corpo e artefice unico del tuo glorioso destino! Tutti i termini che hai letto poco fa, dipingono essenzialmente ciò che quello che in questo mondo viene chiamato Dio, è. Dio non è un’entità, una persona o quant’altro. Non ha nulla a che vedere con alcuna forma di fede, ideologia, religione, o credo. Questi sono deliri umani, non Verità assolute. Dio è al di là di ogni cosa, comprese razza e condizione sociale. Abbraccia tutto e tutti, buoni e cattivi, bravi e bastardi, indistintamente. È Amore Incondizionato. Ama e abbraccia tutto. Perché è tutto. Perché pervade tutto. Dio è la Totalità delle Possibilità, la Sorgente Infinita che è in ogni cosa, la Vita nella Vita. Dio è ciò che tu Sei, al di là delle illusioni con cui ti vedi ora.

Tutto ciò che vedi, un granello di sabbia, un verme, un leone, un albero, uno stelo d’erba, un’aquila, un medico, un barbone, una prostituta, un killer, un pedofilo, un maestro, il mare, le montagne, l’oceano, le praterie, i deserti, gli uccelli del cielo, gli animali della terra, il sole, gli astri celesti, la luna, i pianeti, la società, un uomo, una donna, un bambino, la creazione infinita… tutto è Dio. Tutto è Uno. La dualità è ciò che ha accompagnato l’umanità fino alla situazione attuale, una compagna impossibile per ciò che è Uno.

La trasmutazione della visione dualistica della Realtà incapsulata nella mente delle persone dal “lato oscuro” che controlla oggi il pianeta, non sarà la fine del mondo, bensì la fine di un mondo – il che è ben diverso! Potranno anche verificarsi sconvolgimenti climatici e geologici, tuttavia non vi sarà alcuna fine. La vita, proprio come te, è infinita, mai è nata e mai morirà: è Eterna, Onnipotente, Onnisciente, Immortale. È fuori dal tempo.

Sei Dio, lo sei veramente, e hai Poteri di cui nemmeno sospetti l’esistenza! È ora di svegliarti, fratello. Sei Dio, ma ti sei così ingenuamente identificato con le tue creazioni (la tua famiglia, i tuoi amici, il tuo lavoro, i tuoi possessi, le tue emozioni, i tuoi pensieri, il mondo materiale, ecc…), che ti sei dimenticato di esserne il creatore! Non devi confondere il creato con il Creatore: il creato è l’effetto, il Creatore è la causa. Il creato è il prodotto, il Creatore è l’Artigiano. Il creato è l’opera, il Creatore è l’Artista. L’essere umano è il creato, Dio è il Creatore. Quanto di te capisce?

L’artista crea l’opera, ma non è l’opera. Se venisse da te un pittore e ti dicesse che lui è il quadro, probabilmente inizieresti a pensare che, forse, c’è una seria possibilità che si sia bevuto il cervello! La tua vita è uguale: sei Tu il Creatore della tua vita, non è la vita a creare te!

Perché allora ti identifichi con la tua creazione? Perché hai paura di perdere ciò che hai? Perché ti attacchi alle cose che possiedi? Perché ti leghi alle persone a te vicine? Tutto questo è il prodotto delle illusioni, il cui risultato non è Felicità e Libertà, ma, al contrario, infelicità, schiavitù, insicurezza, timore, ansia, stress, paura, controllo, gelosia, possessività, fissazione, ingenuità, dubbio, indecisione, insoddisfazione, arroganza, presunzione… Dobbiamo continuare? Ti sembra una vita sostenibile questa? E allora perché la fai?

Non dimenticare: noi sei un essere umano che ha un esperienza spirituale, ma un Essere Spirituale che ha un esperienza umana. È diverso. E il tuo scopo non è certo quello di tirare avanti una “vita” insulsa aspettando la morte, ma di realizzare Te stesso e vivere per sempre!

Ora dimmi: che cos’è impossibile per un Dio/Dea? Piantala di vivere in modo limitato.

 

                Lo scopo della Vita

Lo scopo della Vita è evolvere, elevarti, conoscere Te stesso – rendere conosciuto lo sconosciuto – lasciando andare ciò che già conosci. Quanti dei tuoi neuroni capiscono?

Lo scopo della Vita è realizzare Sé stessi (Dio) in forma umana. È rendere Divino l’uomo, cioè Sé stessi. È realizzare il Dio Onnipotente nell’uomo, in modo tale che l’uomo diventi la Sorgente Infinita, il Dio onnipotente e immortale che in verità è. Dio è in ognuno di noi e se questo è vero – e lo è – tutti possono diventare Déi, realizzare i propri sogni ed entrare in quello che, nei tempi antichi, veniva chiamato Regno dei Cieli. Are you ready for this?


DOVE NON OSANO I POLLI

Ora che hai finalmente capito di essere una splendida e maestosa Aquila, è importante che tu capisca anche che, per elevare Te stesso, è prima necessario che tu ti renda conto che ciò mai potrà avvenire se prima non ti liberi da ciò che ti impedisce di farlo. E che cos’è che ti impedisce farlo?

le tue illusioni!

Le tue illusioni sono l’insieme di tutti i pensieri, le emozioni, le azioni, gli ideali, le credenze, i desideri, i bisogni, i condizionamenti… e tutto il resto, che contaminano la tua vita rendendola quella che è. Devi capire che queste illusioni non fanno parte del tuo Vero Sé, ma che in te sono stati inseriti dal tuo falso sé (ciò che credi di essere, ma non sei), dalla cultura in cui sguazzi, dalla società a cui appartieni e dall’ambiente in cui vivi. Ciò significa, in parole semplici, che tu non sei te stesso, ma il prodotto, il risultato di qualcos’altro, qualcosa di esterno e falso a te che, proprio per questo, ti impedisce di essere ciò che Sei.

Tutto ciò genera in te forme-pensiero che, a loro volta, creano false certezze e false verità riguardo alla visione della vita e di te stesso e che, ora, inevitabilmente, risulta necessariamente distorta.

Per farla breve, tu non vedi la vita per come realmente è, ma per come credi sia: questo produce una distorsione della tua visione della realtà che ti impedisce di vedere le cose nella loro vera Essenza. Le tue certezze (che, nonostante siano false, non metti mai in discussione, poiché ti danno sicurezza) annebbiano la tua vista e così non puoi vedere ciò che, in condizioni sane, potresti vedere.

A questo punto, tutto ciò che ti sei e ti hanno insegnato diventa per te “verità assoluta”, che, nel corso del tempo, diventa un muro insormontabile attraverso il quale poi tu vedi e interpreti te stesso in modo folle e disarmonico. Il risultato di tutto questo è la pazzia.

E così eccoti lì, in un pianeta di pazzi, incapaci di riconoscere chi Sono veramente e ciechi nel vedere la realtà per come realmente è. La tua vita, proprio così, è immersa in una completa illusione! E perché è immersa in una completa illusione? Perché ti sei e ti hanno fatto quello che tu ora sai essere un lavaggio del cervello.