Il Ritorno della Natura

Utopia

 

Tu, la Natura, gli animali, il pianeta e tutto ciò che esiste nell’Universo infinito, siete Una sola cosa. Siete l’Uno. Coscienza Divina; Amore infinito; Consapevolezza eterna. Questo siete. Nient’altro esiste. Puoi creare il Paradiso o l’inferno. Sta a te decidere. Puoi guarire il pianeta o distruggerlo. Sta a te scegliere. Ma prima di fare questo, devi prendere la decisione più importante: devi decidere se Amare o uccidere te stesso.

CHIAVE DI VIOLINO 3Fields of Gold, music & song by Sting

 

Chiediti questo: «A che diavolo servono Meraviglie come l’Immaginazione, la Creatività, la capacità di sognare e di fantasticare…, se poi non si riesce a realizzare nulla di ciò che si ha immaginato? Ha senso? Ce l’ha? Perché posso immaginare qualcosa, se poi, così come dimostra questa realtà limitata, difficilmente riesco a realizzarla? Follia masochista?». È chiaro che c’è qualcosa che non va… Infatti, se non potessi realizzare ciò che immagini (o solo in rari casi…), è ovvio che non potresti immaginarlo. Quanto di te capisce? Se hai certe Potenzialità significa che puoi utilizzarle e trarne beneficio, altrimenti non le avresti. Ovvio quanto logico. Nella Natura della Vita non vi è nulla di inutile. Immaginare qualcosa senza poterla realizzare – così come propaganda il mondo… – è puro masochismo. Nessuna Mente Sana fa una cosa del genere. Ma, poiché qui è più facile che un bisonte passi per la cruna di un ago che stare in Sentimenti, la follia dilaga… E quindi? È del tutto ovvio che le cose stanno in modo decisamente diverso! La fantasia fa parte della realtà – e, poiché questa è creata dai tuoi Pensieri e dai tuoi Sentimenti – ecco che l’Immaginazione assume adesso il suo significato più Vero e Sano: la Realtà supera la più straordinaria fantasia, poiché questa fa parte dell’essenza stessa della realtà. L’Immaginazione, quindi, è la base della realtà. Ci sei?

 

 

Ricorda: ci sono due modi per vivere la vita. Due. Non uno; non tre; non mille. Due. Uno, come se tutto fosse un Miracolo (a parte le follie!); due, come se nulla fosse un miracolo. Quanto di te riconosce? Ora, indovina un po’ qual à la visione dei più? Chi è Elevato, al contrario, vede il Miracolo in ogni cosa – in ogni sostanza, in ogni essenza… – perché sa che, di fatto, lo è. Perché che cos’è, la Natura, se non l’espressione massima della Grandezza Divina? E dov’è, quella Grandezza, se non in te? Tu sei uno con la Natura, caro te, e non con il cemento. Perché è nella Natura della Vita che il tuo Essere giubila e vive la sua realtà Naturale. Non nelle follie del mondo; non nelle opinioni degli altri; non nelle paure di un non-te. La Forza vive nella Forza e la Forza giace nella Verità – e non nell’illusione. E quella Verità dice che sei Divino – Splendido, Potente! – capace di amare come la Sorgente ama. Lo capisci? Ci sono alberi che sono nati e non sono mai morti. Piante che si rigenerano senza mai decadere. Entità Elevate che fanno cose che una mente umana nemmeno può concepire. Come fanno? Non delirano! Alias non squalificano il Pensiero Puro Divino che è in loro per adattarlo a una credenza personale o mondana. Quanto di te comprende? Non alterano, cioè, l’Essenza Naturale della Sostanza Pensante della Vita. Perché è questa Sostanza – questo Pensiero Puro – che crea e unisce infiniti Regni e li rende vivi. Quando il Pensiero Puro non è distorto da bisogni e interessi umani, resta Pulito – e tu ne vivi la Perfezione. Tale Pensiero crea così Regni e Dimensioni perfette, splendide dimore di colui che le ha create. È il Paradiso sulla Terra! Ricordi? Che cos’è la realtà là fuori? Energia. E che cosa plasma l’Energia? Pensiero & Sentimento in azione. La Mente, infatti, non proietta nulla fuori di sé, ma tutto dentro. ci sei? Ecco perché “là fuori” non c’è niente davvero. La proiezione, infatti, avviene dentro la Mente stessa – e non fuori. Fuori non c’è nulla. È un’illusione. Avviene dalla Mente, nella Mente e sulla Mente. Ci sei? Quando passeggi, ti sposti, riposi… e tutto il resto della vita che vivi nella forma, ti muovi nella proiezione olografica che la Mente effonde come conseguenza della realtà che hai creato. Nulla più di questo. I Regni delle forme – e qui ci ripetiamo! – sono espressioni dell’Energia Luminosa e quell’Energia Luminosa non è fuori dalla Mente Universale, ma dentro. Sei ancora in piedi? Non c’è niente al di fuori della Mente Divina, perché la Mente Divina è tutto ciò che c’è. La realtà, proprio così, accade nella Mente. Punto. È per questo che è virtuale.

E quindi? Che cosa sa, un albero, che tu non sai? L’arroganza della sapienza umana è comica… Qui tutti pensano di sapere tutto, ma non conoscono niente, perché se non si conosce Sé stessi non si conosce nulla. Quanto di te capisce? Se l’uomo capisse invece che, per Evolvere, dovrebbe solo ritrovare Sé stesso – il suo Vero Sé – e attingere dalla Mente Divina tutto ciò che desidera – tutta la Meraviglia esistente! – sarebbe libero. Non avrebbe bisogno quindi di fare né studi né ricerche, perché tutto ciò che esiste è già in lui. Curioso, né? Se la Sorgente Divina è in te – e la Sorgente Divina è la Fonte di ogni realtà – che cosa non sai? L’uomo non sa ciò che egli stesso si è negato. Punto. È tutto qui. Non dovrebbe far altro che fare il download di ciò che desidera (dalla Mente Divina) – e ce l’avrebbe. Invece che fa? Si nega la Vita e poi si danna l’Anima per cercare risposte che, in realtà, già conosce. Ha dei problemi! Che cosa sa, un albero, che tu non sai? La Sorgente è in lui e con lui – ed egli, non essendo impazzito, attinge da essa la Grandezza che gli permette di essere Saggio ed Eterno. L’evoluzione dell’uomo, quindi, è un’illusione, se non in armonia con la Sorgente Divina. Infatti, è la personalità umana – separata dalla Fonte – che si scervella per trovare la via d’uscita ai casini che lei stessa ha fatto. Se l’uomo si Svegliasse, invece, capirebbe che l’unica via d’uscita non è cercare soluzioni a problemi folli, ma disfare proprio i problemi. Quanto di te capisce? L’uomo si dibatte e, credendo di sistemare le cose, invece le peggiora. Non è poi così magico, vero? Sappi, allora: per disfare i casini, devi solo ritornare uno con la tua Divinità – e la Luce ritorna. E nella Luce si disfa di ogni illusione – si risolve ogni casino – perché ricevi la Visione Chiara per capire e vedere la Vita in modo corretto. E quella Visione contiene l’Essenza purificata di ogni situazione – di ogni tempo, di ogni evento… – che dev’essere solo infusa in essa per sostituire quella malata. Ci sei ancora? Sovrapponendo la Visione Divina a quella umana, infatti, la correzione dell’errore avviene, illuminando così tutto ciò che era buio e trasformandolo completamente in Luce. Si chiama Alchimia. E quando si compie, tu inizi a Pensare, Sentire e Agire in modo nuovo – Elevato, Pulito – e così la tua Vita cambia. Non sei più quello di prima. Né forse lo sei mai stato! Adesso, Risvegliato nella Consapevolezza di Chi Sei, finalmente inizi a vivere. E quando ciò accade, hai guarito tutto ciò che non sei. È una bella cosa?

E allora? Dove sarai fra cinque anni? Dove sarai fra dieci anni? E fra venti? Dove sarai fra cinquant’anni? Sarai ancora in piedi, o, come tanti, te ne sarai già andato? E, se sarai in piedi, come sarai? Decaduto, disfatto, a pezzi – si chiama invecchiamento! – oppure Giovane, Sano, Energico? Dipende da te! Ora sai che l’invecchiamento è assolutamente una malattia – e non una cosa normale come la considerano qui… – perché può forse essere Sano, ciò che ti consuma e ti toglie Energia? Ricorda, allora: un uomo non nasce quando esce dal sottoventre della madre. Nasce quando si Sveglia. Quanto di te capisce? Perché è quando si Sveglia che comincia la Vita. Prima era apatia, noia, tirare avanti; sopravvivenza, rassegnazione, paura; condizionamento, illusione, routine. Nulla più di questo. Ma quando ti Svegli, ecco che il profumo della Vita inebria il tuo Essere e tu risorgi! Le danze hanno inizio: e quelle danze ti portano a riconoscere Verità Eterne, proprio quelle che ti preparano per una Vita Fantastica. E così la Vita inizia! Dalla Saggezza acquisita da quella passata – ciò che non eri… – hai posto le basi per quella Nuova – ciò che Sei Veramente. Ora è il momento. Ora è il tempo. Ora è Adesso. L’Ascensione ha inizio!

E così, quello che Sei oggi dipinge il tuo domani. La prova? Come pensavi diec’anni fa? E quindici? E venti? Quanto di te comprende? Se sei acuto, capisci che la limitazione che hai vissuto finora – o fino a poco tempo fa! – è stata proprio il frutto di quel modo di pensare e sentire – di conseguenza di agire – che ha creato la corrispondente realtà. Così sei stato, così hai vissuto. Ovvio quanto logico. Vuoi cambiare le cose? Cambia tu! Ciò è già stato detto e ridetto, ma a senso. Così capisci il significato di “dove sarai fra cinquant’anni?”. Ci sarai? Dove sarai? Proprio dove sono i tuoi Pensieri e i tuoi Sentimenti adesso! È lì che sarai. Sarai ciò che Sei adesso – qui e ora. Ciò che Sei adesso, infatti, è ciò che vivi sia oggi che domani. Il tuo Stato d’Essere riflette nell’esperienza della forma ciò che esso è – e tu lo vivi. Ne fai esperienza, lo sperimenti. Non ti piace ciò che vivi? C’è qualcosa di sbagliato in te! Guariscilo – e anche l’esperienza guarirà. Are you ready?

A duecento anni! Ci sarai? O preferisci cinquecento? Mille? Diecimila? Brindiamo all’Eternità? Così sia. È una bella cosa! Capisci? Se sei nell’Eternità, quindi fuori dal tempo, tu smetti di invecchiare e di decadere. Ovvio quanto vero. Ciò significa che le cellule del tuo corpo vengono riattivate dalla Luce Divina che è in te, poiché tu, proprio così, ti sei riconnesso con Lei. Non decadono più. Non invecchiano più. Non muoiono più. Il decadimento, infatti, avviene solo perché ti sei separato da quella Luce. Nulla più di questo. Non c’è altra causa. Ma tu ritorna unito a Lei – e il Miracolo si compie! Quindi, l’Eternità. Se sei lì, fuori dalla matrice del tempo, capisci allora che giorni, anni o secoli, proprio così, sono la stessa cosa. Per l’uomo prigioniero del tempo, significano tutto; per l’Essere libero da esso, nulla. Ecco perché vivere cento, duecento, mille o un milione di anni, è la stessa cosa. Così come non c’è ordine di difficoltà nel Miracoli – è già stato detto? – non c’è limite temporale per l’Eternità. E allora? Quanto vivrai? E saprai farlo in modo Giovane, Elevato e Sano? Avrai la Saggezza dell’Albero, o l’ignoranza del sapiente? È tutto qui. Ricorda: l’impossibile è solo una credenza dettata dall’ignoranza. Non è magia; non è artificio; non è astuzia. È incoscienza. Tu pensi che un arto non può ricrescere solo perché ignori che può farlo. Quanto di te capisce? È tutto qui. Perché che cos’è un arto? Energia coagulata. Come può, allora, l’Energia non rigenerarsi? L’Energia non può essere distrutta. Può creare, disfare e ricreare qualsiasi cosa – qualsiasi forma, qualsiasi realtà – all’infinito. È Eterna e Immortale. Non può essere distrutta. Come può, quindi, un arto non ricrescere (o un difetto non correggersi, una malattia non guarire, un dolore non passare…)? Come può? Perché l’uomo – e non la Vita! – ha posto un limite ha questa possibilità. L’ha negata – e, di conseguenza, questa è l’esperienza che ne fa. Si piglia a mazzate da solo e poi piange! Ha dei problemi… Ma se vuole ritornare a Volare, quei problemi li deve risolvere. Sei pronto per questo?