Dove volano le Aquile

EAGLE 4«Che cosa posso fare per realizzare me stesso?», domandò il giovane viaggiatore alla grande Aquila. «Conoscere il Dio che sei», rispose lei sfiorandogli il viso con le ali dorate.
E si liberò nel vento…

 
CHIAVE DI VIOLINO 3You and Your Friend, music & song by Mark Knopfler

 

Ora, che cos’è, la Vita, se non meravigliosa? Eppure, proprio così, la maggior parte delle persone dorme sonni profondi, sonni dai quali solo pochi si svegliano. E perché solo pochi? Perché i più vogliono dormire! Preferiscono il sonno alla Vita, la paura all’Amore, la prigione alla Libertà. E così soccombono alle loro stesse illusioni, marcio letame che gli impedisce di vedere Chi Sono e che cosa potrebbero diventare. Non è proprio quella che si definisce “una vita splendida”, né?

Una Vita Splendida è la conseguenza di un Essere Splendido e un Essere Splendido è colui che si è liberato dalle illusioni e si è elevato alla Verità. Questa è Potenza. Vivere liberi significa essere Sé stessi e essere Sé stessi significa liberarsi da ciò che non si è. Quanto di te capisce? Non farlo, significa sprecare la propria vita. E di gente che la butta via – o la baratta per una non sua – ce n’è fin troppa…

La maggior parte delle persone crede di essere libera, ma non lo è. Vive una vita meccanica, robotica, programmata… Una vita da catena di montaggio. Così le hanno insegnato, così ripete; così le han detto, così esegue; così ha sempre visto fare, così fa. Gli umani hanno il libero arbitrio? Puoi credere! Credono di averlo; non ce l’hanno. Pensano che scegliere se mettersi il maglione blu o la camicetta rosa sia libertà; credono che decidere quale film vedere al cinema sia libertà; pensano che ordinare una pizza piuttosto che un’altra sia libertà. Sì, qui una piccola fiamma di libertà magari anche c’è, ma – come puoi ben intuire! – non è di questo che stiamo parlando. Perché che cos’è, la Libertà, se non la realizzazione completa e assoluta del proprio Essere? Conquistare Sé stessi: questa è la Virtù.

Non fare la fine della gran pare delle persone, allora, grandi attori che, decantandosi e lodandosi dei loro prodigi, affondano però nel limbo di una nebbia oscura. Perché puoi forse trovare la Felicità, dove non c’è? Cercare un nido d’aquila in fondo a un oceano è tanto utile quanto lavare il fango. E così non la troverà mai. Eppure, la stragrande maggioranza dei tuoi simili fa proprio questo! Cerca la Verità – così come la Felicità, la Libertà, la Saggezza, la Pace… – fuori di sé. Ma tu sappi: tutto ciò che ti serve è già dentro di te. E tutto non significa “eccetto…”, significa tutto. Una Vita straordinaria non si vive dormendo; si vive Svegliandosi al proprio Vero Sé, alla propria Vera Identità, al proprio Vero Io. Chi sei, tu? Chi sei, veramente? Chi è [TUO NOME]?

Ora, se tutto ciò che ti serve è già dentro di te, allora dev’esserlo anche ciò che cerchi. E lo è! Tu stai cercando la Pace. E con lei, la Libertà, la Verità, la Vita. Quale meraviglia! Perché che cosa, se non questo, ti renderà Saggio e Libero? Butta la spazzatura, [TUO NOME]! Buttala. Quando ti Svegli – e accade a pochi! – tutto il mondo in cui vivi viene trasformato. Interiore ed esteriore, poiché ciò che è fuori è sempre il riflesso di ciò che si è dentro. E perché è così? Perché il Risveglio è cambiamento e quel cambiamento è Evoluzione. Ma non si può forse cambiare anche in peggio? Eccome! Cambiare, infatti, non significa necessariamente Evolvere. L’Evoluzione – l’Elevazione – richiede una scelta Cosciente e Consapevole da parte di chi la compie; naufragare, invece, richiede follia! Che cosa scegli?

Nella gabbia delle illusioni è il prigioniero che ha la chiave, ma non se ne accorge. E quindi? Solo tu puoi liberarti dalle tue prigioni, poiché solo tu ti ci sei messo dentro. E così il Guerriero – la Guerriera! – si sveglia, perché per lui è ormai giunto il tempo. Aspettare, invero, significa morire. Sai di che cosa sto parlando, vero? Tu sei stremato dalla tua ricerca. La ricerca di una vita diversa, di una vita  migliore, di una Vita Vera… La ricerca di Te stesso, della Verità, della Libertà e di tutto il resto delle Meraviglie! Perché è questo che hai sempre cercato. C’è del vero, in ciò? E questo è segno che ciò che vuoi lo vuoi davvero, non così, a parole, a ciance. In questo mondo, proprio così, di gente che dice ma non fa ce n’è fin troppa, non trovi? Questo è un mondo di maschere, caro te. Perché chi lo abita non è Virtuoso, non è Pulito, non è Puro, ma viziato dalle illusioni dei suoi stessi deliri, il cui unico scopo è vivere una vita limita e senza significato. E quando vivi una vita del genere, non vivi. Sopravvivi. E tu non è questo che vuoi.

Tu vuoi VIVERE, non è così? Ciò che cerchi è la Vita, la Felicità, la Libertà. E non quella di facciata, quella ridicola, quella che insegnano guru e santoni di questo mondo. Tu vuoi quella Vera. E quella Vera, caro Te, la puoi trovare solo dentro di Te – nel tuo Cuore, nella tua Anima, nel tuo Sé. È una bella cosa? Chi è Sveglio non ascolta le pirlate che racconta il mondo; non cerca la Verità nei sapienti del mondo; non elemosina sostegno perché non sa stare in piedi da solo. Chi è Sveglio, proprio così, ascolta Sé stesso, scruta il suo Spirito, comunica con la propria Anima. E così trova le risposte – quella Vita tanto cercata! – perché ha imparato a cercare nell’unico posto dove le può trovare: dentro di Sé.

Chi è un Essere Sveglio? Colui che sa discernere ciò che è Vero da ciò che è falso; ciò che è Sano da ciò che è malato; ciò che è Saggio da ciò che è folle. E sa comprendere. E gli Esseri che sanno fare questo, invero, sono rari come la pioggia nel deserto. E perché lo sono? Solita zuppa: perché dormono! È difficile vedere con gli occhi chiusi, non trovi? Ma sei cieco anche quando pensi di averli aperti e non lo sono. O sei Sveglio o non lo sei. Che cosa significa? Che una donna non è mezza incinta! O sei incinta o non lo sei; o sei libero o non lo sei; o sei felice o non lo sei. Punto. Quanto di te comprende? Perciò, non chiamare “felicità” ciò che non è, perché non ne uscirai vivo. Pensa alla vita di un drogato: è forse bella? Una merda è dir poco! Ora guarda la vita delle persone che ti circondano: non per giudicarle, semplicemente osserva. Vedi forse gente felice – veramente felice – attorno a te? O vedi forse gente persa, vuota, insicura…, gente che, indossando la maschera della perfezione, è però incasinata dai sandali al cappello? Naturalmente non sono tutti così, ma la stragrande maggioranza sì. E questo non è un giudizio; è una Verità.

Infatti, che cosa succede, se chiami felicità gli effetti della droga? Che non te ne liberi più! Nel mondo in cui vivi conta solo l’apparenza, poiché chi lo danza vive solo per cose futili, per pirlate, per fesserie: per farla breve, per un mucchio di stronzate. Essere accattati, essere apprezzati, essere lodati, essere riconosciuti, così come avere soldi, fama, successo, potere… e tutto ciò che può metterli in mostra sul palcoscenico dei pagliacci, è il loro menù quotidiano. Questo è ciò che, detta in modo spiccio, vogliono i più. E tu? È questo che vuoi? Una vita falsa e priva di valore?

Ora, nonostante ciò, tutti son liberi di vivere la propria vita come ritengono opportuno. Vivi e lascia vivere! Questa è una Verità. Tuttavia, cercare la Felicità – così come la Verità, la Saggezza, la Libertà… – in luoghi, cose, persone, tempi od eventi, non te la darà. Perché non puoi trovare nel mondo ciò che esiste nell’Anima. La Vita è dentro di te! La senti? La ascolti? La vivi? L’Entusiasmo è la chiave di ogni conquista e colui che è sveglio lo sa. Tu ce l’hai?

Ora, qual è l’essenza di questo messaggio? Risveglia Te stesso e ritorna a Volare! Nulla meno di questo. Ricordati Chi Sei, allora. Senti la Vita che vibra dentro di te – potente, splendida, unica – perché sta solo aspettando che butti la spazzatura! Le tue paure, i tuoi condizionamenti, le tue illusioni… e tutto ciò che limita il tuo Essere. Ricorda: non hai bisogno di niente e di nessuno per essere Felice. È ora che tu capisca che una Grande Forza è in te. La stessa Forza che da Vita alla Vita, che da Vigore all’Universo, che da Potere alla Natura, così come all’intera Creazione. La stessa Forza. Tutto è Uno – l’Essere nell’Essere, il Flusso nel Flusso, la Vita nella Vita. Riconosci: la Vita è una meraviglia, per chi ha un’Anima per viverla! I più son ciechi, sì, ma questo non è affar tuo. È affar loro. Ed è giusto sia così, poiché ciascuno è Responsabile della propria Vita. Altrimenti come potrebbe crescere, quel “ciascuno”, se ci fosse qualcun altro a fare per lui solo ciò che lui può fare?

Non influenzare e non farti influenzare; non imporre nulla agli altri e non permettere a nessuno di imporre qualcosa a te (né direttamente, né velatamente); non interferire e non “farti” interferire. Sii Te stesso, sii Libero! Non credere a niente e a nessuno, nemmeno a ciò che leggi qui. Ricorda: se una cosa è Vera, merita di esistere; se non lo è, di scomparire. Fine della storia. Ascolta il tuo Cuore. Ascolta Te stesso. Ascolta il tuo Vero Sé. Egli conosce tutto, poiché è tutto. Lì – e solo lì – tu conoscerai la Verità. Allora saprai che cosa fare e che cosa non fare.  Sempre, con chiunque, ovunque. Nessuno può dirti se una cosa è sana o malata: solo tu puoi capirlo, per te stesso. Non accettare i paradigmi degli altri; non accettare una vita limitata; non accettare ciò che ti hanno e ti sei insegnato e che sai essere falso. Non farlo mai. Fallo solo se vuoi vivere miseramente, per poi morire senza aver vissuto! VIVERE! È per questo che sei qui.

E vivere significa vedere la Verità oltre le illusioni, ascoltare la Vita al di là della limitazione, riconoscere la Saggezza elevandosi nella Coscienza. E scegliere di conseguenza; significa lasciar andare il dolore per abbracciare la Gioia; significa liberarsi dalla paura per vivere l’Amore; significa mollare le stronzate per assaporare la Verità. Significa, proprio così, smettere di farsi pippe mentali e ritrovare la Vita! È una bella cosa? Tutto è in te, [TUO NOME]. Non troverai nulla negli altri, nulla nel mondo, nulla là fuori, perché la Forza della Vita è in te. Vivila. Liberala. Danzala! Una Vita Straordinaria è figlia di colui che l’ha creata. Perciò, se vuoi una Vita tale, devi prima rendere tale te. È entusiasmante? Del resto, può forse, un pazzo, creare una Vita Sana? Così tu non troverai la Vita finché non capirai Chi Sei. Conosci Te stesso. È tutto qui.

Dogmi, filosofie, religioni, politiche, convinzioni, credenze, ideologie, false verità, regole, norme, leggi… e tutto il resto delle pirlate, sono tutti liquami puzzolenti per imprigionare la mente della gente in sistemi di credenze folli e perversi, il cui obiettivo è renderle schiave di una vita insulsa e priva di valore. Seguire il gregge: ecco che cosa fanno i più. Macchine umane senza vita – mummie che camminano! – programmate per un’esistenza preconfezionata e preimpostata. Questa è la realtà delle masse e tu, questo, se sei sveglio lo sai. Se non altro , proprio così, perché te ne accorgi vedendolo! Tuttavia – ironia della sorte! – i più non lo vedono, tanto persi sono nel loro limbo nebbioso. Un casino senza fine! Come liberarsi? Svegliandosi!

Non servono tecniche, non servono metodi, non servono sistemi per ritrovare Sé stessi. Perché non esistono. Ciascuno ha il proprio Sé, perciò ciascuno ha la propria Via. Ora la domanda è: la percorrerà? Scelta sua! Giusto quanto sano. Chi vuole, si sveglia; chi non vuole, continua a dormire. Non è questione di “giusto” o “sbagliato”, ma di Saggezza con cui ha compiuto quella scelta. Nulla più di questo.

Molti pensano di trovare le risposte fuori di sé – di trovare qualcuno che gli dia la formula magica (mentre lui, da gran volpe, continua a essere il solito pirla!) – e s’imbattono così in seminari e guru, santoni e cervelloni, eruditi e sapienti…, credendo che, con un paio formule (e un bel po’ di soldini…) risolvono tutto per loro. Quattro preghiere a nonno Gelindo – e tutto va a posto! Poi, finito il seminario (l’indottrinamento…), sono più svampiti di prima, perché solo un folle può credersi libero in una gabbia. E quindi? Lascia perdere…

Fidati di te. Nessun uomo può dire a un altro che cosa fare. Non vedi che la tua stessa Vita è il dono per ritrovare Te stesso? Questo è vero per chiunque, poiché chiunque è un Essere Divino, ma, non sapendolo, invece di guardare dentro Sé stesso, si fida degli altri – degli eruditi, dei cervelloni, dei sapientoni… quelli di prima! – che san tutto, ma non han capito niente. Lascia perdere…

Fidati di te. Questa la chiave. La chiave che ti apre le porte dell’Eternità e di ciò che stai cercando. È una bella cosa? Tuttavia, non riuscirai a farlo finché non avrai capito Chi Sei – chi Sei davvero. Perché – infondo, infondo – chi stai cercando se non Te stesso? Libera il tuo Sé, allora, e quel deserto di spine sboccerà in un giardino fiorito! Allora quei Raggi di Sole che tanto cerchi ritornano, nella comprensione che mai sono andati via. Te li eri solo velati! Ricorda: sei tu che devi illuminare il mondo, non il mondo adombrare te. Non dimenticarlo mai più.

Ritorna alla Natura, allora: ascolta i suoi canti, senti i suoi profumi, respira la sua Vita! La senti? La vivi? La danzi? Ritrovare Te stesso altro non è che un processo di sottrazione, di deprogrammazione, di deipnotizzazione – di “disaddomesticamento”, se preferisci. Si tratta di togliere tutto il superfluo che hai aggiunto alla tua Anima; di sganciare tutte le zavorre alle quali ti sei legato; di spezzare tutte le catene che ti tengono inchiodato nella prigione di una vita non tua. Si tratta, proprio così, di liberarti da tutte le àncore che ti tengono bloccato al porto della limitazione. È necessario togliere quel “di più” che copre il tuo Spirito e gli impedisce di essere libero. Sei pronto per questo?

Nei silenzi più profondi della tua Anima, potrai ascoltare la Verità. Solo lì la troverai. Non cercare riparo e conforto fra le unte mani della pazza folla, allora, poiché non ne uscirai vivo. Cerca il silenzio, allora, non solo esteriormente, ma anche interiormente – e mettiti in ascolto. Il tuo Cuore conosce ogni cosa – ogni magica sensazione della Vita – e te ne darà prova. Hai mai ascoltato le note che la Natura intona con le sue creature? Ascolta il grido dall’aquila, che al mattino dichiara la sua libertà; ascolta il ruggito del leone, che alla savana annuncia la sua forza; osserva il volo del falco, che si libera maestoso nel vento; guarda la brillantezza dell’acqua, che scorre limpida sotto i tuoi occhi; senti il calore del sole, che riscalda la tua Anima. E tingiti degli splendidi colori che il tramonto dipinge sull’orizzonte! Quando assaporerai il gusto delle cose – quelle vere, quelle essenziali, quelle semplici – entrerai in una relazione unica con la danza dell’Universo e allora sarai Libero. A questo punto sarai una sola cosa con il Creato – con la Vita – e, per la prima volta in vita tua – in lacrime – potrai sentire la Forza della Vita scorrere in te. Qualcosa, puoi contarci, che non dimenticherai mai!

Ricorda: Amore è coraggio, Libertà è coraggio, Felicità è coraggio. Tutto ciò che nasce dal tuo Cuore e dalla tua Anima, è coraggio e non ciò che arriva dagli altri – per quanto vicini e puliti siano. Solo ciò che nasce da te ha valore, perché solo ciò che nasce da te è autentico. Certo, un amico può darti una dritta, un libro uno spunto, una frase una chicca…, ma se questo ti avvera, significa che è già in te. Quanto di te capisce? Altrimenti non avresti potuto capirlo, né sentirlo, né vederlo. Perché non si può capire, né sentire, né vedere ciò che già non è in sé. Puoi forse dare ciò che non hai? Puoi forse amare se prima non ami Te stesso? E puoi forse donare Felicità se prima non sei felice tu? Solo se sei un’ipocrita! Ma l’ipocrisia fotte solo chi è tale; chi è Sveglio, ti sgama subito.

In questo mondo ti insegnano a dimenticare te stesso in funzione degli altri (tipica mentalità religiosa…). Ti dicono che se ami te stesso sei uno sporco egoista e che se sei altruista sei un santo. Ma aspetta un po’… Qual è il risultato di tutto questo? Se tutti pensano agli altri – dimenticando sé stessi – ecco che abbiamo un mondo di imbecilli, un mondo di marionette manipolate, un branco di burattini che, anziché pensare con la propria testa, pensano con quella degli altri – poiché ciò che essi sono è il risultato di un lavaggio del cervello. E poi credono di essere “sé stessi”! Ma puoi forse essere Te stesso, quando vivi la vita di qualcun altro?

Ama Te stesso, allora! Allora saprai amare. L’Amore Vero è Vita in azione. Perché sappi: una sola Forza, l’Amore, unisce infiniti mondi e li rende vivi. L’Amore non è quello che qui si pensa: quello che qui chiamano “amore”, infatti, non altro che interesse mascherato da sentimenti benevoli. In questo mondo chiamano “amore” il bisogno, l’attaccamento, la dipendenza, il controllo, la possessività, la gelosia… e sterco affine. «Senza di te non vivo…», dice l’amante all’amato. «Se te ne vai, muoio!», aggiunge poi. «Ho bisogno di te…» (questo non manca mai!). Il festival delle pirlate è cominciato! Ora, è Amore questo? Questa è fame, bisogno, dipendenza. Ora dimmi: puoi forse amare chi (o ciò…) di cui hai bisogno?

Chi ha bisogno degli altri è morto dentro, poiché non ha trovato la Vita in sé. Altrimenti non la cercherebbe negli altri. Cercherebbe il tesoro dentro di sé, perché avrebbe capito dov’è. Infatti, se hai bisogno degli altri, non puoi amarli: puoi solo usarli. Questo è scomodo, sì, ma anche vero! Tuttavia, queste sono le relazioni (di amicizia, di coppia, o di quel che vuoi…) più gettonate in questo mondo. Persone addormentate che usano persone addormentate (naturalmente dichiarandosi sveglie e totalmente amorevoli!). Qui tutti si usano a vicenda, perché nessuno sa amare. Tutti hanno bisogno di qualcosa e ti usano per ottenerla: e quel “qualcosa” non è solo denaro, sesso, cose…, ma anche gratificazione emozionale, riconoscimenti, accettazione, ammirazione, sostegno, ecc… Sì, un gran bel merdaio!

E quindi? Tanto meno avrai bisogno degli altri, quanto più potrai stare e fare con loro. Questa è una Verità. Infatti, ora puoi amarli, perché – guarda un po’! – non hai più bisogno di loro. Hai trovato il tesoro in te – e ora puoi vivere, puoi amare e dare (e ricevere!) Amore. Questa è Maestria. Perché l’Amore è Libertà, non limitazione. È totale assenza di paura, di bisogno, di attaccamento. Perché puoi forse essere libero, se sei legato a qualcuno? E puoi forse volare, se resti attaccato a terra? E, ancora, puoi forse decollare, se non muovi le ali? Ma volare non significa solo danzare le ali, ma rimanere in aria senza sostegni. E allora? L’Amore può manifestarsi attraverso una relazione, sì, ma, in Sé stesso, non lo è. Quanto di te capisce? L’Amore è uno stato di assoluta Pace e Potenza Interiore. È la Vita. La Libertà. La Saggezza. L’Amore, proprio così, è ciò che Tu Sei.

Che cos’è, allora, l’egoismo? Non è egoismo fare della tua vita ciò che tu vuoi fare; è egoismo pretendere che gli altri facciano della loro ciò che tu vuoi fare. Quanto di te capisce? E lo è anche pretendere che tu faccia quella che qualcun altro vuole! Questa è tirannia, mentre chi la subisce è sottomissione. Ma tu sappi: un Vero Uomo (e Donna!) non è né tiranno né schiavo, né dittatore né servo, né soprammesso né sottomesso. Un Vero Essere è Libero, Saggio, Potente. Per questo non ha bisogno di controllare né di essere controllato: Egli, infatti, sa Chi È.

Divenire cosciente delle tue più profonde intuizioni e delle tue più intime percezioni, è fondamentale, per poterti tuffare con sicurezza nel mare della Vita. Del resto, puoi forse affrontare la Vita – quella Vera! – senza Sicurezza di Te e Forza Interiore? Non puoi – ed è per questo che ti è chiesto Coraggio.

La verità è che se sei insicuro di te, non avrai mai il coraggio di fare il primo passo. Logico quanto inevitabile. Per affrontare la Vita di petto, infatti – a pieni polmoni! – è necessaria quella qualità propria dell’Amore: il Coraggio! Quello vero, quello autentico, quello puro, proprio quello che alla maggior parte delle persone manca (nonostante dica il contrario!).

Un uomo privo di coraggio, di paziente determinazione e di acuto intuito, che non rischia tutto per i suoi sogni, che per viltà e paura non è capace di mettere in gioco tutto solo per ciò che ama – per ciò che sente dentro il suo Cuore – non è un uomo. Non lo è mai stato né mai lo sarà. Non ne è nemmeno l’antitesi. Un uomo incapace di creare, di immaginare realtà diverse da quelle che ha sempre visto e pigro nel crearsi il proprio percorso di Vita – spiritualmente e concretamente – non è un uomo. Un uomo che non sa star solo con Sé stesso – per paura di essere escluso dal gregge… – che non abbraccia le proprie viltà e le proprie paure per poi liberarsene, che non cerca l’autonomia della propria indipendenza, che non si muove per paura di rischiare e non pone in atto le proprie scelte (spesso già fatte!) per insicurezza e indecisione, non può considerarsi tale. È un affronto a Sé stesso e alla sua Dignità. La disgrazia, ironia della sorte, è che lui non lo sa ed è pure convinto di essere un “grand’uomo”! È un’anima gobba, piegata su sé stessa sotto il peso della sua stessa paura. Assomiglia più a un coniglio che a un uomo!

Ora la domanda è: vuoi vivere davvero la Vita per cui sei nato, per la quale hai deciso di bussare alle porte di questa terra ed essere davvero Te stesso, così, per come sei? Allora è necessario un atto di coraggio! Il coraggio che esiste nella tigre, quando esprime la sua forza attraverso il suo ruggito; lo stesso coraggio che esprime il vento, quando soffia e ridipinge il cielo senza nubi; lo stesso coraggio che rivela il delfino, quando sfida le imponenti onde per cavalcare la sua onda; lo stesso coraggio che dimostra l’aquila, quando si lancia nel vuoto per danzare il suo volo. Quello stesso coraggio che esiste in Te, proprio così, quando finalmente decidi di dare ascolto al tuo Cuore per realizzare la tua Vita.

Non sognare il coraggio, allora, perché il coraggio non vive nel mondo delle illusioni. Egli è l’Essenza della Verità. Sii il coraggio, invece, perché egli è dentro di te! Egli è te e tu sei lui: siete una sola cosa. C’è, esiste, è reale, è vero – e aspetta solo di liberarsi con te negli sconosciuti oceani dell’esistenza! Sei pronto per Lui?

E così, eccoci qui. Com’è stato il tour? Così sia! La Vita ti aspetta, [TUO NOME]. La tua voglia di viverla è perché sai devi farlo. Quanto di te capisce? Il tempo per te è giunto. Nulla è casuale, poiché tutto ha un significato. Pensi forse che questo message sia arrivato a te, così, per caso? Dici sia per via del karma? Per via del fato? E perché non a qualcun altro? Perché non ai tuoi amici? Perché non al tuo vicino? È giunto a te. C’è un motivo.

Il Cuore conosce, la mente giudica. Perché se è la Verità che vuoi conoscere, è il tuo Cuore che devi ascoltare. Il tuo Vero Sé è invincibile, incorruttibile, indistruttibile. Sii un Entità Elevata, allora, pulita, sincera, onesta, leale, imperturbabile, virtuosa – che niente e nessuno può spezzare. Sii Potente, Libero, Felice! Saggio, Profondo, Acuto. Indipendente, Possente, Indomabile. Raggiante, Radioso, Solare. Semplice, Essenziale, Naturale. Sii uno con la Forza della Vita che c’è in te e sii fiero di ciò che Sei. Sii Sveglio e Maturo, Chiaro e Limpido, Incorruttibile e Invincibile, capace di guardare al di là dei veli e delle dissimulazioni altrui. Non farti ingannare da nulla e  da nessuno e non tu non farlo mai con alcuno. Ciò che dai, ricevi. Sempre. Questa è una Verità. Abbandona il passato e risorgi adesso, qui, ora! La Vita è adesso; non ieri, non domani. La realtà accade adesso. Lascia che la Fiamma della Vita consumi ciò che ti limita, ora, e sali verso i Regni di Luce in cui tutto è possibile. Perché tutto è possibile! Perché che cos’è, l’impossibile, se non una possibilità non contemplata?

Abbi una Mente Elevata e un Cuore Infinito, allora, e accederai a conoscenze e possibilità che menti inibite e cuori pavidi nemmeno possono sfiorare. Vola, vola via, proprio in quei regni lontani e sconosciuti che tanto ami, portando con te anche quei pensieri elevati che spesso danzi. Se li senti veri, significa che sono già in te, ricordi? Lascia allora il tuo Essere libero come il vento – senza barriere, senza confini, senza limiti… e saprai cos’è l’Infinito. Allora capirai che vivere una Vita straordinaria, piena di Gioia e Verità, di Saggezza e Amore, di Forza e Libertà, non è utopia, ma concreta realtà. Allora avrai trovato la Pace – la Pace di un Guerriero che non ha mai mollato.

Sappi: è meglio morire che vivere una vita limitata. Perché una vita limitata inibisce l’Essere, oscura il Sé, adombra l’Anima. Una vita limitata non è degna di essere vissuta. Ma tua eleva te stesso nel Cielo delle Aquile – e volerai con loro! Là, dove i venti soffiano potenti, dove le correnti vibrano impetuose, dove i polli non osano avventurarsi, solo grandi e possenti Ali possono danzare. Nulla di meno dell’Infinito, devi essere, per reggere a quelle quote. È lì che vivono i Grandi Esseri – coloro che hanno voluto la Verità e non i capricci del mondo. Ed è lì – e solo lì – che ritroverai Te stesso.

Se cominci a muovere le ali, vedrai che pian piano ti staccherai dalla terra delle illusioni e inizierai ad alzarti in volo verso il cielo della Libertà. Lì c’è l’Amore che sta solo aspettando di danzare con te. Non dimenticare mai che la tua Vita, la tua Libertà e la tua Felicità sono l’Unica Verità per la quale vale la pena rischiare tutto. Non c’è assolutamente nulla, nella Vita, di così bello e vero che essere libero e realizzare Te stesso. Sappilo per sempre.